Brevissime bdsm

Brevissime di Molly 2


Suona il campanello della porta di casa. Il Padrone apre e mi trova accucciata sullo zerbino. Il pianerottolo è quello del terzo piano. Chiunque potrebbe vedermi salendo le scale o uscendo dall’ascensore. Ho il vestito leggero sollevato su una natica. Sono fuori da dieci minuti circa. Non molto. Sento il suo sguardo su di me, la testa bassa, rivolta al pavimento. Mugugno piano. Sollevo il viso e lo imploro con gli occhi. Vedo la sua espressione prima sorpresa, poi incerta, finché non alza lo sguardo sulle scale che portano ai solai e le trova disseminate di bucato, sparso da metà scala fino al pianerottolo. Comprende allora, mi solleva delicato, mi abbraccia, mi accompagna sul divano asciugandomi le lacrime che aumentano col ghiaccio appoggiato alla natica. Un livido enorme che ci metterà più di un mese a riassorbirsi. Quando smetto di piangere mi solleva il viso con una mano e ride con me: “Tesoro, se volevi giocare alla cagnetta sullo zerbino ci sono altri modi.”

5 pensieri su “Brevissime di Molly 2”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...