Molly

Molly sono io. Anche.
Le cose che scrivo non per forza le ho fatte, le cose che ho fatto non per forza le scrivo. In ogni caso è tutto vero. Il messaggio è semplice: fallo con chi vuoi, come vuoi, con quanti vuoi, dove vuoi. Ma lascia che io faccia lo stesso. Mollati e Mollamy.

molly-malone-statua_grafton-streetMolly Malone è  una delle donne più significative della mitologia irlandese. Una leggenda racconta che era una prosperosa giovane dal seno generoso che alternava il mestiere di pescivendola di giorno a quello di prostituta di notte. La sua statua si trova a Dublino in Grafton Street.

molly

Molly Malone è la protagonista femminile del fumetto El Gaucho, sceneggiato da Hugo Pratt e disegnato da Milo Manara. Disegnata sulle fattezze di Nancy Brill. Molly è una prostituta irlandese imbarcata con altre ragazze in una nave bordello, al soldo delle truppe britanniche impegnate, all’inizio del 1800, nella guerra con gli spagnola per la dominazione dell’Argentina.

 

Molly Malone è anche l’inno ufficioso della città di Dublino. Il brano è dedicato alla sgualdrina di Dublino, una giovane ragazza prosperosa di dubbia esistenza storica. Un inno che appartiene alla cultura musicale popolare gaelica che inneggia a una giovane pescivendola del villaggio di Howth, a nord di Dublino, morta in giovane età a causa di una non meglio specificata febbre.

« Nella bella città di Dublino,
dove le ragazze sono così carine
vidi per la prima volta la dolce Molly Malone
che portava il suo carretto,
per strade strette e larghe
gridando “vongole e mitili vivi!”

vivi, vivi oh!
vivi, vivi oh!
Urlava “vongole e mitili vivi!”

Lei era una pescivendola,
ma non c’è da stupirsi
perché lo erano stati anche suo padre e sua madre
e tutti e due avevano portato il carretto
per strade strette e larghe
gridando “vongole e mitili vivi!”

vivi, vivi oh!
vivi, vivi oh!
Urlava “vongole e mitili vivi!”

Morì a causa della febbre,
e nessuno fu capace di salvarla
quella fu la fine della dolce Molly Malone
ma il suo fantasma spinge ancora il carretto
per strade strette e larghe
gridando “vongole e mitili vivi!”

vivi, vivi oh!
vivi, vivi oh!
Urlava “vongole e mitili vivi!”

Annunci