Dissertazioni genitali

Aperitivo biondo

IMG_5325Ha rasato i capelli così corti che le si vedono un paio di sensualissimi nei subito sopra l’orecchio. Sottili i capelli della mia biondina lasciano intravedere il cranio. Sudata e trafelata da una corsa estiva per raggiungere il bus che condividiamo da un anno. Le leccherei le gocce di sudore che le rigano la nuca, mentre usa un fazzoletto per asciugarsi scusandosi della “condizione pietosa da caldo“.
Ti potessi scopare saresti messa peggio, ti garantisco.
La mia biondina acqua e sapone è un’accozzaglia di vestiti sbagliati, male abbinati, cadenti sui lati. Mi viene da sbucciarla di ogni strato inutile per arrivare alla polpa. Chiacchiera con un’espansività che e carattere e una vitalità che è anagrafica, ma sarei disposta a passare sopra ai suoi trent’anni pur di ficcarla tra le mie gambe a usare la lingua restando zitta. Larga, piatta, calda. Mi bagno solo a pensarci. Parla dei suoi problemi sentimentali mente seguo la discesa libera di una goccia di sudore dalla sua fronte fino alla guancia arrossata. Lì le ho appoggiato la mano la prima volta che con slancio imprevisto si è allungata per baciarmi amichevolmente. Le ho afferrato la faccia frenando in tempo ogni impulso di infilarle la lingua in bocca per risucchiarla come aperitivo. Mi fa sangue la mia biondina. La porterei a casa come un cucciolo e dopo averci giocato la regalerei al mio Padrone rendendolo felice.
Al prossimo viaggio.