Racconti erotici

Mi piacciono le bionde

La prima boccata di fumo l’ho presa dal fiato di un uomo. Ho acceso le bionde di un lui prima che fosse mio, ho fumato sulla sua lingua, ha lasciato odore di tabacco tra le mie gambe.
Ho respirato il fumo di amiche in sere d’inverno scaldate su divani in chiacchiere sugli uomini mentre ci si accarezzava gambe e colli e corpi…
Ho appoggiato la punta della lingua sul filtro di una light inumidendolo per gioco, o per provocazione, succhiandolo per desiderio, passandolo con intenzione.
Con la sigaretta tra le dita ho sfidato occhi, atteso avvicinamenti, goduto a gambe aperte e affrontato la notte in rientri solitari, aspettato il mattino in nuvole di fumo.
Ho finito pacchetti in locali nebbiosi, scroccando “paglie” per rubare intimità e mandato in fumo rapporti ciccando per terra.
Tra le mie dita altri hanno tirato fumo da una sigaretta afferrandomi la mano per portarsela alle labbra, pretendendo quello che lasciavo prendere concedendo poco altro.
Ho smesso incazzata di dover smettere. Un vuoto.
L’ultima boccata di fumo l’ho presa dal fiato di un uomo.